Studi preparatori

Giovanni Battista Quadrone
(Mondovì, 1844-Torino, 1898)
Sardo, 1884
Olio su tavola, 19,5 x 14,5 cm
Dedica in basso a destra: «Al Colonnello / Vittorio Turletti / riconoscente delle / sue gentilissime / espressioni verso / suo marito / G. Quadrone Rogier»; al verso etichetta con il numero «215»
Esposizioni: Torino, Società Promotrice delle Belle Arti, Esposizione Postuma, 1899 (sala III, n. 185)

Studio per Lo Spaventapasseri, 1886
Olio su tela applicata su cartone, 22 x 18 cm
Timbro rosso dell’Esposizione Postuma (1899) in basso a sinistra; al verso «Pastore sardo / studio regalato dalla vedova al Geom. Turletti»
Esposizioni: Torino, Inventario-vendita Studio Quadrone, 1899 (n. A56)

Bibliografia:
G.L. Marini, Quadrone. La vita, i documenti, le opere. Catalogo ragionato, 3 voll., Torino 1998, vol. 2, n. 912 (Sardo), p. 668; n. 915 (Studio per Lo Spaventapasseri), p. 669.

VENDUTI


[…] Gli studi presentati dalla Galleria Giamblanco si inseriscono tra le opere che Quadrone dedica all’isola sarda e provengono entrambi dalla famiglia del pittore e incisore Celestino Turletti (Torino, 1845-1904), promotore con Marco Calderini e Giuseppe Ricci dell’Esposizione Postuma del 1899 alla Società Promotrice delle Belle Arti di Torino e della monografia dell’artista pubblicata nel 1902. La tavola con il Sardo è stata messa in vendita a 70 lire alla mostra del 1899 ed è stata successivamente donata dalla vedova di Quadrone al tenente colonnello Vittorio Turletti, l’autore del volume Attraverso le Alpi. Storia aneddotica delle Guerre di Montagna combattutesi dal 1742 al 1748 in difesa dell’Italia (Torino 1897). Lo scrittore aveva cercato la collaborazione di Quadrone per illustrare il suo testo, ma Giovanni Battista aveva declinato l’invito suggerendo il nome di Giuseppe Ricci. La figura del vecchio pastore può essere individuata… (vedere catalogo Giamblanco 2016)

[Galleria Giamblanco]


Per maggiori info inviaci una mail: galleria@giamblanco.com

Seguici su Facebook

« Indietro