Parabola dell’invitato a nozze

Bernardo Strozzi detto «il Cappuccino»
o «il Prete Genovese»
(Genova, 1581 – Venezia, 1644)
Parabola dell’invitato a nozze, 1636
Olio su tela, 183 x 126,5 cm.

Attualmente conservato presso la Pinacoteca dell’Accademia di Venezia.


Bernardo Strozzi (noto anche come «il Cappuccino» o «il Prete Genovese» per le sue vicende biografiche), figura fondamentale della pittura italiana di primo Seicento, nacque a Genova nel 1581 e svolse il suo apprendistato nella bottega del manierista toscano Pietro Sorri. Frate cappuccino, a causa di problemi giudiziari con il suo ordine nel 1633 si trasferì a Venezia. Qui, essendo un artista ormai affermato, ottenne da subito importanti commissioni.

Nel 1636 lo Strozzi eseguì una grande tela di formato ovale da collocare sul soffitto sopra l’altar maggiore della chiesa veneziana dell’Ospedale degli Incurabili, rappresentante la «Parabola dell’invitato a nozze». Il progetto decorativo fu completato solo diversi anni dopo, con l’aggiunta della «Parabola delle vergini savie e delle vergini stolte» del Padovanino (ultimata nel 1644) e del «Paradiso» iniziato da Sante Peranda nel 1638 e portato a termine dopo la morte di quest’ultimo da Francesco Maffei. La lettura iconografica di questo cantiere ruotava ovviamente attorno alla scena del «Paradiso», con le due parabole che alludevano alla necessità di farsi trovare con l’anima pronta a salire al cielo al momento della morte.
La grande tela del Cappuccino, di cui questa figura di sovrano di proprietà della Galleria Giamblanco costituisce uno straordinario frammento… (Vedere catalogo Giamblanco 2015)

MISURE H x L x P
Altezza cm.: 183
Larghezza cm.: 126,5

Per maggiori info inviaci una mail: galleria@giamblanco.com

Seguici su Facebook

« Indietro