Natura morta con vaso di fiori

Paolo Porpora
(Napoli, 1617 – Roma, 1673)
Natura morta con vaso di fiori, 1655-1660 circa
Olio su tela, 93,4 x 74 cm.

VENDUTO


La tela descrive un rigoglioso vaso di narcisi, papaveri, garofani, clematis e altri fiori, posato su uno scabro ripiano di pietra. Il dipinto può essere attribuito, per le sue caratteristiche stilistiche e compositive, al pittore di origine napoletana Paolo Porpora e può essere inserito nell’ambito della sua produzione romana della fine degli anni cinquanta del Seicento, quando gli elementi della sua prima formazione iniziano a combinarsi felicemente con gli esiti delle nuove esperienze capitoline.

Porpora nasce a Napoli nel 1617 e viene accolto ancor adolescente nella bottega di Giacomo Recco, in cui rimane per tre anni a partire dal 1632 (Prota-Giurleo 1953). Bernardo De Dominici (1742-1745, vol. III, 1745, p. 80) ricorda invece il suo alunnato presso Aniello Falcone, durante il quale «si applicò ancor egli a dipingere figure, e battaglie sotto la condotta del Falcone, ma poi vedendo esser cosa difficile, e lunghissima il giungere alla perfezione, non essendovi portato dalla natura, si applicò a dipingere pesci, ostriche, lumache… (Vedere catalogo Giamblanco 2015)

MISURE H x L x P
Altezza cm.: 93,4
Larghezza cm.: 74

Per maggiori info inviaci una mail: galleria@giamblanco.com

Seguici su Facebook

« Indietro