L’Apoteosi dell’eroe

Giuseppe Valeriani
(Roma, 1708? – San Pietroburgo, 1762)
L’Apoteosi dell’eroe, 1755 circa
Bozzetto per il soffitto del salone da ballo del Palazzo Stroganov di San Pietroburgo.
Olio su tela, 49 x 65 cm.

Dipinto con attestato di libera circolazione.


Il dipinto è il bozzetto preparatorio di Giuseppe Valeriani per la decorazione del salone da ballo del Palazzo Stroganov di San Pietroburgo, edificato dall’architetto Francesco Bartolomeo Rastrelli all’inizio degli anni cinquanta del Settecento, su incarico dalla facoltosa famiglia Stroganov, nobilitata da Pietro il Grande nel 1722. Lo studio raffigura una complessa allegoria incentrata sull’apoteosi di un eroe, rappresentazione del committente, che viene accolto in Olimpo da Giove e da Giunone. Tra le nuvole che circondano il monte sacro si affollano le altre divinità: Mercurio e Marte, che presentano il valoroso protagonista al padre celeste, e ancora Apollo, Ercole ed Esculapio.
La metà inferiore della composizione è invece occupata da diversi personaggi suddivisi in tre gruppi. A sinistra campeggiano le Virtù, che vengono rappresentate secondo i canoni fissati ad esempio dall’Iconologia di Cesare Ripa (a cura di M. Praz, Milano 1992, ad indicem). Partendo dall’alto si può trovare la Costanza che tiene «con la sinistra mano una spada ignuda sopra d’un gran vaso di fuoco acceso»; la Giustizia con la corona, il vestito d’oro, il fascio di verghe e la bilancia; la Fortezza appoggiata alla colonna, «perché delle parti dell’edificio, questa è la più forte, che l’altre sostiene»; la Prudenza che si guarda allo specchio, mostrando «la cognizione del prudente [di] non poter regolar le sue azioni, se i propri suoi difetti non conosce, e corregge»; e la Temperanza che miscela i liquidi contenuti in due recipienti. Alle loro spalle… (Vedere catalogo Giamblanco 2015)

[Simone Mattiello]

MISURE H x L x P
Altezza cm.: 49
Larghezza cm.: 65


Giuseppe Valeriani
(Rome, 1708? – Saint Petersburg, 1762)
The Deification of the Hero, 1755 circa
Sketch for the ceiling of the Dance Hall in Stroganov Palace in
Saint Petersburg
Oil on canvas, 49 x 65 cm
Unpublished

The painting is Giuseppe Valeriani’s preparatory sketch for the decoration of the Dance Hall in Stroganov Palace in Saint Petersburg, built by architect Francesco Bartolomeo Rastrelli in the early 1750’s for the wealthy Stroganov family, ennobled by Peter the Great in 1722. The study depicts a complex allegory on the deification of a hero – representing the patron – who is welcomed into the Olympus by Jove and Juno. Other deities crowd the clouds surrounding the holy mount: Mercury and Mars, introducing the brave protagonist to the heavenly father, and also Apollo, Hercules and Aesculapius.
The lower half of the composition is, on the other hand, occupied by different characters divided into three groups. On the left, the Virtues are represented according to the canons fixed for instance by Cesare Ripa’s Iconologia. Starting from the top, Constancy holding «a drawn Sword in her left Hand, over a Fire on the Altar»; Justice wearing a crown, a golden dress, the fasces and the balance; Strength leaning on a column, «because this is the strongest among all of the parts of the building, since it sustains the others»; Prudence looking into a mirror, bidding «us examine our Defects by knowing ourselves»; and Temperance mixing the liquids from two containers. Behind them… (see GALLERIA GIAMBLANCO DIPINTI ANTICHI Italian Paintings of the Seventeenth and Eighteenth Centuries, Allemandi, 2015)

[Simone Mattiello]


Per maggiori info inviaci una mail: galleria@giamblanco.com

Seguici su Facebook

« Indietro