Guarigione di Tobia

Johann Carl Loth
(Monaco di Baviera, 1632 – Venezia, 1698)
Guarigione di Tobia, 1690 circa
Olio su tela, 122 x 137 cm.
Inedito, in corso di pubblicazione.

VENDUTO


Nel corso della sua carriera, Johann Carl Loth ha più volte raffigurato il tema della guarigione di Tobia, narrata nel libro biblico omonimo. La vicenda è nota: Tobia, pio israelita in esilio, perde la vista e sembra che la sua fedeltà al Dio di Israele non venga premiata. Il figlio Tobiolo, accompagnato da un misterioso personaggio che poi si rivelerà come l’arcangelo Raffaele, compirà un lungo viaggio dal quale tornerà con un medicamento preso dal fiele di un pesce, che ridarà la vista al padre.
Nelle diverse redazioni, Loth ha mantenuto la stessa articolazione ponendo la figura del vecchio Tobia seduta, al centro della scena, a torso nudo, mentre il figlio, raffigurato poco più che fanciullo, sta per spalmargli sugli occhi un unguento preso dal piccolo recipiente che tiene nella destra. A complemento di queste due principali, sono poste anche le due figure della moglie di Tobia e dell’arcangelo Raffaele. La figura di Tobia riprende nella posa altre invenzioni del bavarese come, ad esempio… (Vedere catalogo Giamblanco 2015)

Misure H x L x P
Altezza cm.: 122
Larghezza cm.: 137

Per maggiori info inviaci una mail: galleria@giamblanco.com

Seguici su Facebook

« Indietro